I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più...Accetto

Biomarcatori

Danno da stress ossidativo

La valutazione biochimica consente di valutare diversi aspetti del danno da radicali liberi e specie molecolari reattive.

8OHdG

L’esame , eseguito su un campione di urina, misura la concentrazione di 8OHdG che è un marcatore del danno apportato da specie reattive al DNA cellulare.

La Guanosina è un costituente del DNA. Se attaccata da specie attive e radicali liberi non bloccati dai meccanismi di difesa antiossidante dell'organismo sibisce un processo di ossidazione diventando 8-OHdG.L'ossidazione della base azotata della guanosina porta all'attivazione dei meccanismi fisiologici di riparazione del DNA.

L'8-OHdG viene eliminata nelle urine. La valutazione di questo composto chimico nelle urine permette di evidenziare il danno ossidativo al DNA.

Antiossidanti

La valutazione biochimica consente di prendere in considerazione alcuni componenti della barriera antiossidante: glutatione, enzimi e vitamine con funzione antiossidante.

Glutatione

L’esame, eseguito su prelievo ematico, misura la concentrazione di glutatione totale e ridotto. Il glutatione partecipa all’attività di detossificazione ed è una delle molecole che l’organismo utilizza per fronteggiare l’azione delle specie molecolari reattive.

L’esame consente di monitorare l’efficacia di una terapia antiossidante basata sull’integrazione di glutatione.

Enzimi

L’esame, eseguito su prelievo ematico, misura la concentrazione di alcuni enzimi che svolgono attività antiossidante: Glutatione perossidasi e Superossidodismutasi.

L’esame consente di monitorare l’efficacia di una terapia antiossidante basata su integratori capaci di indurre o inibire gli enzimi.

Vitamine

L’esame, eseguito su prelievo ematico, misura la concentrazione di alcune vitamine normalmente impiegate come antiossidanti: VIT A, VIT C, VIT D e complesso VIT B.

L’esame consente di identificare eventuali carenze e di monitorare l’efficacia di una terapia antiossidante basata su integratori vitaminici.

Stress ossidativo

Lo stress ossidativo, ovvero l’azione dei radicali liberi e delle specie molecolari reattive, è considerato un fattore di rischio concreto per diverse patologie, come i disturbi cardio-vascolari, le malattie cronico-degenerative, le neoplasie e alcuni disturbi metabolici.

Lo stile di vita, le terapie mediche, diverse patologie possono essere responsabili di un aumento di specie reattive e del consumo delle molecole con attività antiossidante: le analisi biochimiche permettono di identificare queste condizioni e di controllare l’efficacia di un’eventuale terapia antiossidante.

Punti di forza del servizio di Laboratori Riuniti:

  • Le analisi biochimiche possono essere integrate dall’analisi molecolare sui geni per gli enzimi coinvolti nell’attività di detossificazione dell’organismo.
  • Invio del referto al medico curante corredato da riferimenti bibliografici, indicazioni su eventuali approfondimenti clinici e su consigli da suggerire al paziente.
  • Il paziente riceve un report che contiene i dati del referto integrati da testi di carattere divulgativo che aiutano il paziente a comprendere il risultato dell’esame.

 

Performace test

L’esame, eseguito su due campioni di saliva, misura la concentrazione di cortisolo e testosterone salivari prima e dopo lo sforzo fisico. L’esame consente di valutare l’effetto dello sforzo fisico (sessione di allenamento o competizione) sugli ormoni che regolano la condizione anabolica/catabolica dell’organismo così da fornire indicazioni sul possibile ulteriore miglioramento della performance atletica piuttosto che sull’avvicinamento al limite atletico del soggetto.

Stress test

L’esame, eseguito su campione di saliva, misura la concentrazione di DHEA-S e cortisolo. L’esame consente di valutare l’effetto dello stress psicologico sull’asse ipotalamo-ipofisi-surrene e aiuta a identificare l’evoluzione della condizione di stress dalla fase iniziale a quella di esaurimento e a evidenziarne le ricadute fisiche.

Overtraining test

L’esame, eseguito su un campione di saliva, misura la concentrazione degli ormoni cortisolo e testosterone e delle IgA salivari.

L’esame consente di valutare il profilo biochimico della sindrome da sovrallenamento ed è indirizzato agli atleti e alle persone che praticano una attività fisica costante ed intensa.

Aminoacidogramma

L’esame, eseguito su un campione di urina, misura la concentrazione del pool aminoacidico e fornisce informazioni sull’equilibrio del metabolismo delle proteine.

Gli effetti di una carenza di aminoacidi non si ripercuotono solo sulle funzioni fisiologiche alle quali gli aminoacidi partecipano direttamente, ma si riflettono in un progressivo indebolimento dell’organismo nel suo complesso.

Sport

L’approccio al mantenimento della condizione fisica ottimale di atleti impegnati a livello agonistico ha messo in evidenza aspetti fisiologici normalmente sottovalutati da un approccio alla salute inteso come soluzione di un problema o di un disturbo.

La crescente attenzione al mantenimento di una condizione di benessere attraverso uno stile di vita sano e pratiche di prevenzione costanti ha spinto Laboratori Riuniti a mettere a disposizione di un pubblico vasto strumenti diagnostici utili ad identificare condizioni di squilibrio del benessere fisico e psicologico.

Punti di forza del servizio di Laboratori Riuniti:

  • Invio del referto al medico curante corredato da riferimenti bibliografici, indicazioni su eventuali approfondimenti clinici e su consigli da suggerire al paziente.
  • Il paziente riceve un report informativo che contiene i dati del referto integrati da testi di carattere divulgativo che aiutano il paziente a comprendere il risultato dell’esame.

 

Estramet

L’esame, eseguito su campione di urina, misura la concentrazione di due metaboliti degli estrogeni (2OH-E1 e 16OH-E1): il primo inibisce e il secondo induce la proliferazione cellulare; loro bilancio può fornire indicazioni sul rischio di neoplasie estrogeno-correlate.

Markers 1

CA 19.9 + CEA + α-FETOPROTEINA

Markers 2

CA 125 + CEA + α-FETOPROTEINA

Sangue occulto nelle feci

Ricerca sangue occulto nelle feci.

Screening PSA

PSA + PSA LIBERO

Diagnosi precoce e prevenzione oncologica

Laboratori Riuniti è, in primo luogo, un laboratorio di cito-istopatologia e offre da un ventennio gli abituali strumenti di screening citologico e di diagnosi istologica di neoplasia.

Laboratori Riuniti avverte la necessità di fornire strumenti supplementari atti a facilitare percorsi di diagnosi precoce e di prevenzione nei confronti delle malattie neoplastiche. A questo scopo è impegnato nello sviluppo di una gamma di esami chimico-clinici specifici che la letteratura medica identifica come utili nell’approccio alle neoplasie.

Punti di forza del servizio di Laboratori Riuniti:

  • Le analisi biochimiche possono essere integrate dall’analisi molecolare.
  • Invio del referto al medico richiedente corredato da riferimenti bibliografici, indicazioni su eventuali approfondimenti clinici e su consigli da suggerire al paziente.

In costruzione.

Disbiosi

L’esame, eseguito su campione di urina, misura la concentrazione di indicano e scatolo, due prodotti del metabolismo batterico del triptofano la valutazione dei quali fornisce informazioni utili sulla flora batterica intestinale.

Il Disbiosi test è utile nell’approccio ai disturbi intestinali e nella gestione della terapia con probiotici.

Infiammazione intestinale

Gli esami utili nell'approccio alla diagnosi di questo disturbo sono la ricerca di calprotectina e lattoferrina nelle feci.

L'aumento della calprotectina fecale è indicativo di un processo infiammatorio che ne ha determinato la liberazione dal citoplasma dei globuli bianchi (neutrofili).

L'aumento della concentrazione della lattoferrina nelle feci è indicativa della presenza di globuli bianchi che la rilasciano nel corso di un processo infiammatorio causato da una infezione batterica o dall'azione di tossine.

Permeabilità intestinale

L'alfa-1-antitripsina è resistente alla digestione nel tratto gastrointestinale e la sua presenza nelle feci è indicativo del passaggio di proteine dal circolo sanguigno al lume intestinale fornendo un indicazione diagnostica per le cosiddette enteropatie proteinodisperdenti.

Gastropanel

Il Gastropanel prevede il dosaggio di diverse sostanze prodotte dallo stomaco (pepsinogeni e gastrina 17) e il dosaggio degli anticorpi contro l'Helicobacter Pylori.

Il prelievo del sangue va eseguito a digiuno.

Laboratori Riuniti


Laboratori Riuniti, laboratorio di citoistopatologia privato autorizzato dell’Azienda per i Servizi Sanitari n°1 Triestina, opera da più di un decennio nell’ambito della diagnosi citopatologica ed istologica.

Nel dicembre 2011 Laboratori Riuniti ha ottenuto, da parte dell’Azienda per i Servizi Sanitari n°1 Triestina, il rinnovo dell’autorizzazione e l’ampliamento dell’attività alla diagnostica genetica/molecolare/biochimica in service.

Nel campo delle analisi biochimiche connesse alla valutazione dei disturbi dell'apparato gastrointestinale, Laboratori Riuniti si impegna ad offrire un ampio ed articolato ventaglio di strumenti diagnostici e prognostici destinati sia al medico specialista che al paziente con patologia gastrica.

Per quanto riguarda l'ambito della diagnosi istologica, Laboratori Riuniti collabora da diversi anni con il Day Surgery Zudecche di Trieste dove opera il dottor Luigi Buri, già primario di gastroenterologia dell’ospedale di Cattinara, considerato uno tra i migliori specialisti del settore delle gastroscopie e colonscopie.

Zudecche Day Surgery è un Centro Privato progettato e realizzato per poter eseguire tutti quegli interventi chirurgici che permettano la dimissione del paziente in giornata. E' stato inaugurato nel 2000 ed è situato in pieno centro a Trieste nei pressi di Piazza Goldoni.

Zudecche Day Surgery, via delle Zudecche 1, TRIESTE, tel. 040 3478783 - fax. 040 3479084.